Dollis Hill, Londra

Perché visitare Dollis Hill a Londra?

Un amico osservò che le foto delle rose di Dollis Hill che avevo caricato su Facebook erano probabilmente le uniche cose che valessero la pena di visitare in questa parte della metropoli.

Sicuramente un turista non farebbe un viaggio immediato a Dollis Hill quando atterra a Londra. In questo senso Londra è come le giungle della Nuova Guinea: ci si può abitare un’intera vita qui e trovare sempre zone sconosciute quanto come le foreste più impenetrabili del Borneo.

Tuttavia, per almeno due persone, il primo ministro dell’era vittoriana, Gladstone, e lo scrittore Mark Twain, Dollis Hill era un bellissimo tratto della città dove potevano trovare pace e relax nella casa di Lord Tweedmouth situata in quello che, dal 1899, è il parco di Gladstone. Infatti, Mark Twain scrisse di non aver mai visto nessun luogo ‘che fosse così soddisfacentemente collocato con i suoi alberi nobili e la distesa di campagna e tutto ciò che andava a rendere la vita deliziosa e tutto a un tiro di schioppo dalla metropoli del mondo.’

Purtroppo la casa fu abbandonata nel 1989 e questo è fatale per così tante proprietà a Londra. Il vandalismo e gli incendi (il terzo nel 2011) hanno fatto il loro lavoro e, nonostante le insistenti proteste, la proprietà che aveva dato conforto a tante persone illustri (tra le quali Winston Churchill, che teneva lì i suoi consigli di guerra) è stata demolita, grazie al ritiro, dalla parte di Boris Johnson, di fondi, nel 2012.

Che peccato! Ora c’è solo un contorno di mattoni non originali per mostrare dove si trovava questo luogo storico.

Gladstone Park, tuttavia, rimane incantevole come sempre. Con il suo viale di querce, i suoi boschi selvaggi, il suo laghetto con le folaghe e le anatre, il suo memoriale alle vittime dei campi di concentramento, la sua area giochi per bambini e le sue ampie vedute, vale la pena visitare questa trascurata parte di Londra.

Dollis Hill aiutò a salvare il paese dal dominio nazista, perché nelle vicinanze, presso la stazione di ricerca dell’Ufficio Postale, fu costruito ‘Colossus’, uno dei primi computer digitali, e usato a Bletchley Park per decifrare il codice segreto ‘Enigma’ dei nazisti. Contribuì, così, ad accelerare la fine della Seconda Guerra Mondiale.

Infatti, sotto Dollis Hill esiste un immenso bunker che doveva servire come centro di operazioni nel caso il Regno Unito fosse stato invaso dalle forze tedesche. Per fortuna non si è mai dovuto usare! Due volte all’anno ci sono visite guidate a questa sconosciuta parte della Londra sotterranea.

Devo aggiungere, purtroppo, che ora esiste una nuova generazione di bunker anti-nucleari sotto il centri governativi di Londra, tutti collegati da tunnel segreti di stato, dove si potranno rifugiare i capi del governo mentre il resto della popolazione delle isole Britanniche frigge….

Ma non pensiamo a queste cose per ora….godiamoci il parco invece!

dscn1232_1698135668.jpg

Colli di Londra,

scorci di nuove viste:

e soffia il vento…

 

 

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s